Il Patologico rimane a casa ma le nostre emozioni non si fermano mai...
#iorestoacasa

STORIA

L’Associazione Teatro Patologico nasce nel 1992 diretta dal fondatore e ideatore Dario D’Ambrosi. Dal 1992 l’Associazione si occupa di un lavoro unico ed universale, quello di trovare un contatto tra il teatro e un ambiente dove si lavora sulla malattia mentale, dove girano ragazzi con gravi problemi psichici. 

Per anni l’Associazione svolge le sue attività didattiche, pedagogiche e teatrali nella sala di Via Ramazzini all’interno del Municipio XVI, fino al 2006 quando la Regione Lazio gli concede un nuovo spazio. Dal 30 Ottobre 2009 l’Associazione del Teatro Patologico ha il suo teatro stabile a Roma in Via Cassia 472.
Proprio all’interno di questo spazio nasce la Prima Scuola Europea di Formazione Teatrale per persone con diverse abilità “La magia del Teatro”, che inizia ufficialmente le sue attività didattiche nel gennaio 2010 (il laboratorio di sperimentazione teatrale, Laboratorio delle Emozioni che era attivo già da 10 anni presso altre sedi). Questa scuola rappresenta la realizzazione di un sogno: far incontrare il teatro e la malattia mentale in un percorso che, arricchendo entrambe le realtà, trovi un nuovo modo di fare teatro e aiuti migliaia di famiglie coinvolte con malati di mente. 

Dario D’Ambrosi affianca alla scuola di teatro integrato una programmazione teatrale che propone eventi dove l’elemento sociale resta sempre predominante. Tra i festival e le rassegne promosse in questi anni si segnalano: 

    -  Festival del Teatro Patologico 
    -  Festival del Teatro Sociale 
    -  Festival Internazionale del Cinema Patologico 
    -  Mad Music Fest 
    -  Festival Internazionale dei Mondi 
    -  Rassegna “Buio in Sala” 
    -  Rassegna “Aria Nuova” 
    -  Rassegna “Il Silenzio della Danza” 
    -  Rassegna “La Bottega Teatrale” 
    -  Rassegna “Cinema Patologico al Mondo”

 

Tra le produzioni del Teatro Patologico che hanno coinvolto i ragazzi con disabilità del corso "La Magia del Teatro" ricordiamo: 

 

"Medea", messo in scena presso il Teatro Argentina di Roma, il Teatro Cafè La Mama di New York e il Winton’s Music Hall di Londra e vincitore del prestigioso Wilton’s Price per il miglior spettacolo straniero della stagione 2012/13, allestito presso il Quartier Generale delle Nazioni Unite di New York in data 4 dicembre 2017 in occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità, allestito presso Il Parlamento Europeo di Bruxelles nel 2018, allestito presso l’Auditorium Umberto Agnelli di Tokyo (Istituto Italiano di Cultura di Tokyo) in data 29 e 30 settembre 2017. 

"Pinocchio", allestito nel 2014 presso il Teatro Patologico

"La Divina Malattia", presentato presso il Teatro Quirino di Roma nell’aprile 2015

"Upside Down", in scena nel 2016 presso il Teatro Patologico.

"Il Trip di Don Chisciotte", interpretato dai ragazzi con disabilità del primo Corso Universitario al Mondo di “Teatro Integrato dell’Emozione” e allestito presso il Teatro Quirino nel settembre 2016.

"Tito Andronico", interpretato dai ragazzi con disabilità del primo Corso Universitario al Mondo di “Teatro Integrato dell’Emozione” e allestito presso il Teatro Quirino in giugno 2017.

 

Il Teatro Patologico, in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e il MIUR, apre nel 2016 il Primo Corso Universitario al Mondo di “Teatro Integrato dell’Emozione”, rivolto a persone con disabilità fisica e psichica. Realtà unica nel suo genere che si rivolge a tutte quelle persone con disabilità che non vedono riconosciuto a pieno il loro diritto allo studio. L’obiettivo è l’integrazione: le lezioni offrono un’ occasione di crescita e scambio artistico, personale e sociale a tutti i partecipanti, in un percorso che vede coinvolte più discipline, dalla musica alla danza, dalla scrittura di un testo alla sua interpretazione, dalla pittura alla creazione di oggetti scenici, scenografie ecc.

Il metodo di lavoro di D’Ambrosi viene studiato presso la New York University, l’Akron University di Cleveland e la Hayward University di San Francisco, e sono molti gli Atenei italiani che dal 2018 daranno avvio al Corso Universitario di “Teatro Integrato dell’Emozione”.