Dona anche tu il tuo 5x1000 al Teatro Patologico Onlus
C.F.: 97073920585

DARIO D'AMBROSI

"Forse è per quello specchio che tutti portiamo al collo"

 Dario D'Ambrosi  

"Non ci sarà mai nessuna scienza che potrà stabilire fino a che punto il tuo cervello reggerà"

Dario D'Ambrosi

Dario D’Ambrosi (Milano, 1958)  è uno dei maggiori artisti d’avanguardia italiani, creatore del movimento teatrale chiamato Teatro Patologico. Attore, regista e autore di spettacoli che rappresentano pensieri e comportamenti di malati di mente, è da oltre quarant’anni anni uno dei più interessanti fenomeni teatrali della scena nazionale.

 

Fin da giovanissimo mostra una grande passione per il teatro unita all’interesse per lo studio delle malattie mentali, tanto da farsi internare per tre mesi all’ospedale psichiatrico Paolo Pini di Milano per osservare da vicino il comportamento degli psicopatici. Da queste due passioni nasce la formula del suo teatro, definito “teatro patologico” da uno di quei primi critici che si spinge fino allo spazio di via Ramazzini, a Roma, per assistere ai suoi primi lavori. Gli spettacoli del Teatro Patologico tendono ad indagare la follia, quella vera dei malati, al fine di ridare, come sostiene D’Ambrosi stesso, “dignità al matto”.

 

Dopo avere messo in scena i primi spettacoli, D’Ambrosi si trasferisce solo diciannovenne a New York, dove incontra Ellen Steward, fondatrice del Caffè La Mama, che lo fa esordire a teatro con il monologo Tutti non ci sono, che resterà in cartellone per mesi. Siamo alla fine degli anni ’70 e il Caffè La Mama rappresenta il laboratorio artistico all’avanguardia per eccellenza, è il punto d’incontro di artisti quali Robert De Niro, Andy Wharol, Lou Reed, Pina Baush e tanti altri. Dario D’Ambrosi continua a frequentare assiduamente il teatro, diventandone membro, proponendo vari spettacoli e dirigendo nell’89 il festival di teatro L’altra Italia.

 

Tutti non ci sono, La trota, I giorni di Antonio, Il ronzio delle mosche, Allucinazioni da psicofarmaci, Cose da pazzi, Il principe della follia, Il nulla, Frusta-azioni, Un regno per il mio cavallo (tratto dal Riccardo III di Shakespare) sono alcuni titoli degli spettacoli più significativi che Dario D’Ambrosi fino ad oggi ha scritto, diretto, interpretato e rappresentato nelle maggiori città italiane, New York e poi ancora Boston, Chicago, Cleveland, Los Angeles, Detroit e, in Europa, a Barcellona, Amsterdam, Monaco, Londra, Stoccolma, Bruxelles.

 

Da anni D’Ambrosi lavora anche come attore per il cinema e la televisione. Nel 1997 è apparso nel film per la tv Don Milani, a fianco di Sergio Castellitto. È uno dei protagonisti dello sceneggiato televisivo Racket. Ha poi lavorato al fianco di Anthony Hopkins e Jessica Lange nel film Titus di Julie Taymor. È Angelo Lupi in Padre Pio di Giulio Base, mentre nella Uno Bianca di Michele Soavi è il commissario Monti. Tra protagonisti del film Almost blue di Alex Infascelli. Nel film Terra di nessuno di G.Giagni e con Ben Gazzara è Lucigni. Lavora inoltre nello sceneggiato televisivo di Michele Soavi Il Testimone. Interpreta il ruolo del flagellatore di Cristo nel celebre film La Passione di Mel Gibson e recita il ruolo del Capo Ispettore Canton all’interno della fiction Romanzo Criminale.

 

D’Ambrosi ha realizzato la sua prima regia cinematografica, un film prodotto da Gianfranco Piccioli per la Hera International dal titolo Il ronzio delle mosche, con Greta Scacchi nella parte della protagonista femminile, la dottoressa Nalia. 

Nel 2010 esce il suo film dal titolo L’uomo gallo, interpretato da Celeste Moratti, Luca Lionello,  Lorenzo Alessandri e Alberto Di Stasi.

Scrive e Dirige I.N.R.I. lungometraggio girato negli Stati Uniti prodotto dalla Pathological Performance Inc.

 

Dal 2016, fonda il Primo Corso Universitario al Mondo di “Teatro Integrato dell’Emozione” in collaborazione con l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” con il Dipartimento di Psichiatria diretto dal Prof. Alberto Siracusano, un percorso di studi interamente rivolto a persone con disabilità fisica e psichica.

Il Corso è stato presentato da D’Ambrosi presso le Nazioni Unite di New York, in occasione della Conferenza degli Stati Parte alla Convenzione sui Diritti delle Persone Disabili in data 14 giugno 2017. Sempre presso le Nazioni Unite di New York, D’Ambrosi ha diretto lo spettacolo teatrale “Medea”, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità in data 4 dicembre 2017. Nel 2018 presso l’Ambasciata d’Italia presso Quartier Generale delle Nazioni Unite di New York riceve prestigioso riconoscimento UN DESA per l’attività del Teatro Patologico e in particolare per l’istituzione del Primo Corso Universitario al Mondo di “Teatro integrato dell’Emozione” 2018.  

Il 6 novembre 2017 a Firenze, D'Ambrosi ha ricevuto da Kerry Kennedy, figlia di Robert F. Kennedy, il prestigioso Premio Human Rights Italia di Robert F. Kennedy. L’onorificenza è stata assegnata per lavoro svolto nella fondazione del primo Corso Universitario di "Teatro Integrato dell’Emozione".  Il Corso è stato, inoltre, presentato presso l’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo in data 29 settembre 2017, presso Parlamento Europeo di Bruxelles a maggio 2018.

Il 21 dicembre 2018 a Campidogli di Roma è stato premiato dalla Sindaca Raggi con il prestigioso premio - Roma Capitolina per aver fondato il Primo Corso Universitario al Mondo di Teatro Integrato dell’Emozione.

 

TEATROGRAFIA DI DARIO D’AMBROSI

 

1980: Tutti non ci sono

1981: Statue di cera

1982: I giorni di Antonio 

1983: Adinamia

1984: Tokori

1985: Il ronzio delle mosche

1986: Arancia meccanica

1987: Nemico mio

1988: Cose da pazzi

1989: La trota

1990: Allucinazioni da psicofarmaci

1991: Il principe della follia

1992: Volare

1993: Peter Pan

1994: Il nulla

1995: Riccardo III

1996: Marat – Sade 

1997: Sogni di maschio

1998: L’odore dell’eros

1999: Bestialità 

2000: Frusta – azioni

2001: Alice nel paese di Beslan

2002: Il teatro è malato

2003: La vendetta di Titus

2004: La passione patologica di Cristo

2005: Crazy Sound

2006: Il ronzio delle mosche (film)

2007: Angelina

2008: I.N.R.I (film)

2009: Ellen Stewart non mi voleva

2010: L’uomo gallo (film)

2011: Medea

2012: Silenzio in sala arrivano i clown

2013: Hamlet Allucination

2014: Pinocchio

2015: Upside Down 

2016: Il trip di Don Chisciotte

2017: Medea

2018: Tutti non ci sono

2019: Medea

2019: Titus Andronicus

2019: Tutti non ci sono